The new addiction 2011 - 2017

The new addiction 

According to recent surveys, today's kids spend about 40 hours a week between the Internet and video games. The number of young people who make use of the Internet is gradually increased over time. Social networks are the most visited sites; some of the teenagers say they use them to keep in touch with distant friends while , others say that they use social networks in order to build relationships and make new friends. With the passing of time, however, the amusement became real addiction and the teenager manages, unfortunately to relate only via web. Moreover, the frequent use of these technologies is gradually leading to a decline in school performance, social isolation, symptoms of rebellion, bullying, as well as obesity and intense pain in the neck caused by the posture assumed by the neck during too many hours spent to 'play'. Unfortunately by adults there is still little understanding of the possible risks associated with this new dependency, perhaps due to the attitude of "trust passive" towards their children. The story of Antonio, begins in 2011...

La nuova dipendenza

Quando la dipendenza dal gioco virtuale prende il sopravvento sull’anima, si entra in un tunnel senza quasi vie di fuga. Secondo recenti sondaggi, i ragazzi di oggi trascorrono circa 40 ore alla settimana tra internet e videogames.
Il numero di giovanissimi che fa uso di Internet è progressivamente aumentato nel tempo. I Social Network sono i siti più visitati; una parte degli adolescenti dichiara di farne uso per non perdere i contatti con amici lontani, c'è chi invece afferma di affacciarsi al mondo delle reti sociali sul web per intessere relazioni e fare nuove conoscenze.
A lungo andare però, lo svago si è trasformato in vera e propria dipendenza e l'adolescente riesce, purtroppo,
a relazionarsi solo tramite web. Inoltre, l’uso assiduo di queste tecnologie porta progressivamente a un calo del rendimento scolastico, isolamento sociale, sintomi di ribellione, bullismo, nonché obesità e dolore intenso alla cervicale causato dalla postura assunta dal collo durante le troppe ore trascorse a ‘giocare’. Purtroppo da parte degli adulti c’è ancora una scarsa conoscenza degli eventuali rischi connessi a questa nuova dipendenza, dovuto forse all’atteggiamento di “fiducia passiva” nei confronti dei figli. La storia di Antonio, comincia nel 2011 quando inizio a seguire le sue giornate... 2011 - 2017